Aree Peep, ora chi è in possesso di un “diritto di superficie” potrà trasformarlo in un vero e proprio “diritto di proprietà”.
E’ quanto ha annunciato una nota dell’amministrazione, che, in conformità con le leggi vigenti, propone di trasformare in proprietà le aree comprese nei piani per l’edilizia economico popolare, i cosiddetti Peep, le cui aree, fino ad oggi, venivano assegnate ai privati con il solo diritto di superficie.
E’ così di queste ore l’emissione di un apposito avviso, volto a raccogliere le adesioni da parte dei cittadini interessati. Questi i punti salienti.
L’avviso è diretto a tutti i cittadini che hanno acquistato un’unità immobiliare all’interno di un piano di edilizia economica e popolare su un terreno del Comune e concesso dallo stesso in diritto di superficie a cooperative e imprese.
Con la trasformazione del diritto di superficie in quello di proprietà dell’area, si riducono sensibilmente i vincoli ad oggi gravanti sulla casa, che non sarà più soggetta ad alcun obbligo contrattuale, con aumento del valore di mercato dell’immobile. Naturalmente, non è assolutamente obbligatorio accettare la proposta del Comune.
Chi non accetta rimane nella situazione attuale, con le medesime condizioni stabilite dalla convenzione stipulata a suo tempo tra Comune e cooperativa o impresa che ha realizzato l’edificio (non è più necessaria l’accettazione di tutti i condomini. Anche un solo condomino potrà accettare l’offerta).
Fasi del procedimento Il soggetto privato interessato alla trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà, presenta modello di pre-adesione, da inoltrare agli uffici comunali entro il 10 agosto 2008. Il Comune redigerà una graduatoria delle aree con maggior numero di istanze presentate e comunicherà direttamente ai soggetti interessati le modalità di adesione formale.
Chi fosse interessato alla proposta del Comune, deve compilare un apposito modello di pre-adesione (non vincolante) reperibile presso l’ufficio informazioni, ufficio anagrafe, ufficio tributi, ufficio lavori pubblici, ufficio urbanistica e scaricabile dal sito www.comune.narni.tr.it. Per eventuali informazioni o chiarimenti, rivolgersi allo Sportello unico per l’edilizia, via della Pinciana 1 piano primo, orario di apertura: martedì 9–12; mercoledì 15,45–17,45; giovedì 9–12. L’istanza dovrà essere inoltrata al Comune tramite raccomandata a/r o consegnata a mano presso l’ufficio protocollo, aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e nei giorni di lunedì e mercoledì dalle 15,30 alle 17,30.

0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Narni e l'Umbria

Trova per argomento

Trova per mese di pubblicazione

Provincia di Terni News

Narni: Ultimi commenti