Nessuna festa in piazza, nessun concerto, nessun particolare veglione.
Il capodanno narnese, quest'anno si svolgerà all'interno di ristoranti e piccole feste private, anche se, facendo un veloce sondaggio cittadino, si può facilmente dedurre che la maggior parte dei narnesi trascorrerà la notte più frizzante dell'anno nelle proprie abitazioni, salutando il nuovo anno con amici e parenti.
La travolgente crisi economica che sta investendo tutta la Penisola ha allungato i suoi tentacoli anche sul Capodanno e sulla scia del vivere "eliminando il superfluo", molti cittadini hanno optato per l'opzione casalinga, risparmiando sui costi di cene e feste che spesso presentano conti davvero esosi.
Per il resto, le feste organizzate nei ristoranti cittadini sono molteplici e i proprietari delle attività si sono adoperati per presentare ricchi e golosi menù accompagnati in alcuni casi da musica di sottofondo durante la cena che si trasformerà in travolgenti note che daranno vita a danze sfrenate per tutta la notte.
Anche le feste private non mancano.
Molti luoghi cittadini che vengono affittati per le feste faranno da scenario ad entusiasmanti veglioni di Capodanno che partiranno dalla cena e continueranno per tutta la magica notte con brindisi, musica e divertimento.
Per quanto riguarda veglioni all'aperto, come si diceva, non sono state organizzate feste cittadine nelle vie e nelle piazze, quindi i cittadini non avranno la possibilità di brindare al chiaro di luna ascoltando musica e concerti come avverrà nella maggior parte delle città umbre.
L'amministrazione comunale non organizza un Capodanno in piazza ormai dal 2005, quando il veglione in piazza Aqua Nova andò quasi deserto, registrando pochissime presenze e costringendo i deejay di Radio Dimensione Suono, ingaggiati per l'occasione, ad esibirsi solo per poche decine di cittadini.
Qualche mese fa circolava la voce che sarebbe stato montato in piazza Galeotto Marzio un tendone presso il quale avrebbe avuto luogo una grande festa di Capodanno e c'era pure chi aveva azzardato l'ipotesi di un veglione o al teatro comunale o all'ex cinema Leonori, ma probabilmente non c'era niente di fondato visto che il Comune, anch'esso in piena crisi economica, non ha comunicato niente.
Per adesso, ciò che è certo, è che la maggior parte dei cittadini narnesi, non sono partiti per mete lontane, prese d'assalto negli anni passati.
Qualcuno ha optato per qualche capitale europea, altri per i paesi caldi, ma si registrano pochissime prenotazioni rispetto ai passati capodanni.
Insomma, la maggior parte dei narnesi, ha scelto la propria città per salutare il nuovo anno, ancorati ad antiche tradizioni e spinti dal desiderio di trascorrere la notte più lunga dell'anno con i propri amici e parenti.
Tutto ciò con la speranza che il prossimo anno si trovi il modo di organizzare una bella festa in piazza che tanto manca a tutti quei cittadini che per anni si sono divertiti ed hanno brindato nelle amate vie del borgo medievale

Chiara Rossi
Corriere dell'Umbria Martedì 30 Dicembre 2008

0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Narni e l'Umbria

Trova per argomento

Trova per mese di pubblicazione

Provincia di Terni News

Narni: Ultimi commenti