É ormai una guerra aperta: cittadini contro Asit, ma anche cittadini contro cittadini. La questione relativa all'igiene urbana continua a mietere "vittime" e, tra scioperi, proteste, polemiche e in qualche caso anche sonore urla, non si viene a capo di nulla.
I narnesi continuano a lamentarsi perché la città appare alquanto sporca e la colpa viene data in parte a coloro che gestiscono il servizio d'igiene urbana ed in parte ai cittadini, che, invece di contribuire a rendere la città pulita, continuano a lasciare immondizia in ogni angolo del centro storico.
Su un fatto sono tutti comunque d'accordo: l'aumento della tariffa di igiene ambientale è una vergogna, se si tiene conto della grave crisi economica in corso e della situazione di trasandatezza in cui versa la città.
L'aumento (in questo caso vertiginoso) di una tassa dovrebbe risultare direttamente proporzionale al miglioramento di un servizio, invece in questo caso tutti i cittadini hanno notato che devono pagare quasi il doppio per un servizio che lascia a desiderare e che ha tradito le aspettative e le promesse, visto che quando venne presentata la raccolta differenziata subito fu reso noto il fatto che chi più differenziava meno pagava.
Cosa che poi si è rivelata una bolla di sapone. Così, dietro la protesta dei cittadini che hanno deciso di non differenziare più, continuano ad arrivare valanghe di polemiche che non accennano a placarsi.
"La città è sporca - ha affermato un residente della parte alta della città - non c'è una zona che si salvi dalla sporcizia.
Le vie non vengono pulite da nessuno e spesso anche molti cittadini contribuiscono alla pessima riuscita del servizio, lasciando l'immondizia in giro per la città.
Più volte sono stati chiesti dei cassonetti che potrebbero tornare utili ai cittadini quando hanno bisogno di buttare i sacchetti della spazzatura, nei giorni in cui non avviene la raccolta differenziata di uno specifico materiale, ma non abbiamo ottenuto nulla.
Il risultato è che la città è sporca e che siamo disposti a prendere drastici provvedimenti. Se la protesta di non fare la raccolta differenziata non avrà risultati, nell'anno in corso non pagheremo la Tia.
Facessero pure la multa a tutta la città!"

0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Narni e l'Umbria

Trova per argomento

Trova per mese di pubblicazione

Provincia di Terni News

Narni: Ultimi commenti