É senza dubbio uno dei momenti più emozionanti ed adrenalinici della festa e ogni anno, come da tradizione, avviene il 3 maggio, giorno dedicato al patrono San Giovenale.
Stiamo parlando della corsa all'anello storica "De anulo argenteo currendo" che avrà luogo oggi pomeriggio alle 17 nel meraviglioso scenario della Platea Major (piazza dei Priori) tra il palazzo comunale e la torre civica, dove si consumerà la sfida tra i cavalieri giostranti dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria che disputeranno la gara secondo gli antichi statuti dettati nel 1371.
La corsa sarà visibile dalle tribune sistemate nella piazza (il biglietto costerà 5 euro) ed il pubblico potrà così tifare i colori del proprio vessillo.
I cavalieri, come da tradizione, saranno accompagnati da una delegazione dei rispettivi cortei storici che rappresenteranno le famiglie il cui stemma appare in bella vista sul corpetto dei giostranti.
I giovani cavalieri, in una lunga e spesso estenuante sfida, si avvicenderanno ad infilare un anello d'argento super aurato.
Il bersaglio, sarà posto lungo una pista in terra battuta, sulla sinistra del cavaliere ad una altezza che simula la posizione della testa dell'avversario lungo la lizza di un torneo.
L'anello di dimensioni ridotte verrà assegnato all'ultimo concorrente che tra gli altri riuscirà a rimanere in gara.
Quest'anno saranno tredici i cavalieri che si avvicenderanno nella gara (5 per Santa Maria, 4 per Mezule e 4 per Fraporta).Ma entriamo nel dettaglio.
Mezule, le cui casate alle quali verranno abbinati i cavalieri sono Massei, Mancinelli e Rodolfini schiererà Fabrizio Fani e Federico Scatolini che correranno anche la corsa moderna, affiancati da Alessandro Scoccione e Daniele Frattari.
Fraporta, le cui casate sono Montoro, Marinata e Scotti, metterà in campo Andrea Leonardi, che disputerà anche la corsa al San Girolamo, Paolo Pacciaroni, Tommaso Giuliani e Luca Lunetti.
Santa Maria, che presenta come casate Cardoli, Cesi e Capitone schiererà invece Fabrizio Vitucci e Diego Cipiccia, due dei tre titolari della corsa moderna, Daniele Bravetti, Gabriele Rossi e Nicolò Scoccione.
Non resta che attendere quindi oggi pomeriggio, quando il suono delle tubicine darà il via all'attesa gara, tanto suggestiva per i turisti quanto scaramantica per i contradaioli narnesi.
La corsa storica, infatti, porta con se una sorta di "leggenda popolare" smentita in varie occasioni, secondo la quale il terziere che vince la gara antica, non porta poi a casa l'ambito anello d'argento dal campo de li giochi.
Lo scorso anno la corsa storica venne vinta da Diego Cipiccia di Santa Maria, terziere che per una serie di sfortunate congiunture perse poi la corsa all'anello moderna vinta da Mezule.
Vedremo quest'anno cosa succederà.

1 commenti

  1. Anonimo  

    5 maggio 2009 19:02

    Corsa storica vinta da Santa Maria!!!

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Narni e l'Umbria

Trova per argomento

Trova per mese di pubblicazione

Provincia di Terni News

Narni: Ultimi commenti