Che fine ha fatto il progetto Agrivillage? La cittadinanza continua a chiedersi dove sia finita la tanto sbandierata realizzazione dell'outlet di prodotti tipici che avrebbe dovuto portare al territorio circa 500 posti di lavoro e che sembra essere diventato sempre di più un miraggio.
Sembrerebbe che nei giorni passati siano stati avvistati in città gli ideatori del progetto, ma la questione è avvolta nel mistero. Nel marzo sembrava che il padrone del terreno di San Liberato dove sarebbe dovuta sorgere la struttura e proprio gli ideatori del progetto fossero vicini alla firma di un "complicato" accordo di acquisto, ma poi non si è saputo più niente e la realizzazione dell'outlet sembra sempre più lontana. L'inizio dei lavori per la costruzione dell'Agrivillage è in ritardo di due anni e tutti pensano che ormai l'idea sia stata abbandonata. Ora, poi, la situazione è diventata sempre più oscura ed ingarbugliata. Un progetto simile è stato infatti presentato qualche settimana fa ad Asti, proprio dallo stesso imprenditore che aveva ideato l'Agrivillage narnese.
"Il maxi progetto - riporta il quotidiano La Stampa parlando proprio della presentazione del progetto dell'Agrivillage che dovrebbe sorgere ad Asti - sta destando discussioni intense, favorevoli e contrari. Luca Bastagli Ferrari, dopo gli anni alla Camera della Moda italiana, ha raccolto un gruppo di investitori e cerca di aprire in Piemonte il secondo Agrivillage, dopo quello atteso a Narni in Umbria."
Una grande presentazione per un progetto altrettanto faraonico, che, però, viste le polemiche nate anche in Piemonte su misteri e mezze verità legate al progetto, potrebbe avere lo stesso destino di Narni. Addirittura il portale giornalistico online "AltritAsti" riporta una notizia che rende la questione ancora più ricca di retroscena poco chiari.
"Luca Bastagli Ferrari - spiegano nel quotidiano online - ha affermato pubblicamente che il progetto di Narni era già in avanzata fase di realizzazione e nel cd distribuito in sala a Rocchetta Tanaro avevamo trovato conferma attraverso questa frase, chiara e perentoria: 'i lavori per la realizzazione dell'AgriVillage a Narni hanno già preso il via ed è plausibile l'apertura del villaggio tra la fine del corrente anno e l'inizio del 2011'. Sorpresa! Da Narni, un consigliere sintetizza così la situazione: il progetto preliminare è stato presentato in pompa magna nell'aprile scorso e poi più nulla, nessun ulteriore passo risulta agli atti."
Cosa c'è che non quadra?
Chiara Rossi
Corriere dell'Umbria Domenica 31 Ottobre 2010

0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Narni e l'Umbria

Trova per argomento

Trova per mese di pubblicazione

Provincia di Terni News

Narni: Ultimi commenti