La Corsa all'Anello guarda al 2012

La Corsa all'Anello guarda al futuro. Dopo l'edizione che si è appena conclusa riportando numeri da record, lo sguardo dell'Ente è tutto per il futuro, con un progetto che si dipanerà per tutto il corso dell'anno coinvolgendo tutte le attività e le associazioni cittadine. L'obiettivo del progetto intitolato
"Narni, città della Corsa all'Anello"
sarà quello di creare un carattere ed una possibilità di sviluppo ad una città che per molto tempo ha fatto affidamento unicamente su un'economia di carattere industriale, oggi in forte crisi, partendo dalla realtà concreta e consolidata della Corsa all'Anello, passando per un rinnovamento della festa. La Corsa è oggi il punto principale di sviluppo e crescita del territorio e la città identificandosi in essa potrà esercitare nuove attività come la vendita di prodotti tipici creati con il marchio "Corsa all'Anello" o l'apertura di locali a tema. Tutto ciò, ovviamente, con la collaborazione di enti pubblici e privati che saranno in grado di offrire concreti contributi alla realizzazione di un percorso condiviso volto proprio al rilancio della città. Partendo così da un progetto culturale e di sviluppo condiviso con il territorio, l'Ente Corsa ha individuato una modalità di intervento che prevedrà due stadi. Il primo stadio dovrà diventare realtà entro tre anni (pari ad un mandato dell'Ente) e dovrà contare 18 giorni di Corsa all'Anello, un giorno per la festa di San Giovanni (giugno), 5 giorni per la corsa all'anello di San Michele (settembre) e 4 giorni per la festa di San Nicola (dicembre), con attività laboratoriali collegate. Il secondo stadio, che sarà il vero futuro della festa, si esplicherà da qui a sei anni e conterà il seguente cartellone degli eventi: 14 giorni per la Corsa all'Anello, 3 giorni per San Giovanni, 10 giorni per San Michele e 4 giorni per San Nicola.
La vera novità sta nella corsa all'anello di San Michele che a settembre riproporrà una sorta di rivincita della gara equestre 8in notturna), insieme ad un programma arricchito dall'apertura delle taverne, da spettacoli e convegni, da tornei per bambini, da banchetti medievali, dalle tradizionali investiture dei cavalieri con la benedizione dei cavalli, da un torneo di scherma storica ed uno di arco storico, dal suggestivo corteo storico e dal mercato medievale che animerà le vie e le piazze del centro storico.
"a distanza di quattro mesi - hanno spiegato dall'Ente - la macchina organizzativa della Corsa all'Anello è in grado di ripartire in piena efficienza ed il periodo di settembre è ideale per lo svolgimento di un evento del genere sia per il clima che per la non concomitanza con altre feste analoghe nel territorio. Lo svolgimento di una rivincita della Corsa all'Anello, inoltre, consentirebbe alla stessa di ritrovare una freschezza innovativa di cui ha estremo bisogno e la allineerebbe con le altre più importanti giostre d'Italia legate alla Figs che già da tempo vantano come tradizione una seconda edizione."
Il tutto, ovviamente, arricchito dall'inaugurazione di un palazzo completamente dedicato alla corsa all'anello e, magari, da quel nuovo stadio di cui si parla da anni, che dovrebbe diventare il "Campo de li Giochi"
Chiara Rossi
Corriere dell'Umbria Giovedì 12 Maggio 2011

0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Narni e l'Umbria

Trova per argomento

Trova per mese di pubblicazione

Provincia di Terni News

Narni: Ultimi commenti