Un nuovo canile a Narni?

Randagismo, o, nuovo canile comunale, strutture private, spese ingenti dell'amministrazione, rischio per le dipendenti dell'attuale canile privato. La questione dei cani minaccia di avvinghiarsi su se stessa. Il bando del Comune pubblicato poche settimane fa è andato deserto, l'idea della giunta Bigaroni di portare i cani a Parma è naufragata senza appello e tutti tirano per la giacchetta l'amministrazione. Da una parte i proprietari del canile privato di Schifanoia dove il Comune tiene parcheggiati 282 cani randagi e spende per loro trecentomila euro l'anno, dall'altra l'Enpa che spinge per un nuovo canile, pubblico, appoggiata da Maria Lanari del gruppo misto che, a sua volta, è osteggiata da Sergio Bruschini, capogruppo del Pdl, che invece è per potenziare la struttura di Schifanoia. In mezzo i poveri animali e un fenomeno, quello del loro abbandono, che si fa sempre più pressante. E adesso arriva un'altra novità. Il Comune ha infatti pronto un nuovo progetto di canile pubblico che va a sostituire il precedente il cui costo era di un milione di euro. L'ultimo arrivato costerebbe invece tre volte di meno, circa trecentomila euro, e sarebbe stato redatto in collaborazione con l'Enpa regionale che non ha mai nascosto la volontà di gestire un canile pubblico così come già fa a Perugia. La disponibilità dell'associazione animalista si fa forte anche dell'esperienza della struttura di Collestrada, gestita dalla stessa Enpa e tra le migliori a livello nazionale. Ma sul canile è bufera. Il Pdl attacca l'amministrazione accusandola di sperperare soldi.
"A Narni - dice Bruschini - c'è già una struttura che funziona, ma nonostante questo si vuole fare un nuovo canile, con il rischio tra l'altro che portando via i cani ci sia meno lavoro e che quindi le attuali addette possano essere mandate via."
Il Comune però sembra orientato a confermare la sua idea, quella cioè di un nuovo canile e per questo starebbe lavorando ad un nuovo bando per assegnarne la gestione. I tempi tuttavia non sono certi,

"anzi - riflette la Lanari - rischiano di essere piuttosto lunghi, mentre il problema del randagismo avanza.”

"é vero - dice la presidente Enpa di Narni Stefania Pesavento - l'abbandono dei cani è una triste realtà che ogni anno peggiora. I cani abbandonati sono tantissimi e la gente non si fa scrupoli. Occorre una soluzione rapida e soprattutto definitiva."

Massimiliano Cinque
La Nazione Mercoledì 11 Gennaio 2012

 

Scopri le offerte per accessori ed alimenti per cani e gatti su CanieGattiPetshop.it! Sconto di benvenuto del 10% sul primo ordine.

0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Narni e l'Umbria

Trova per argomento

Trova per mese di pubblicazione

Provincia di Terni News

Narni: Ultimi commenti