Laudate Cantate e sinfonie del barocco
Giove Chiesa di S. Maria Assunta - sabato 18 dicembre ore 18.00 
Harmonices Mundi
Bozen Baroque Orchestra
Gemma Bertagnolli soprano
Gabriele Cassone tromba
Claudio Astronio organo, cembalo, direzione
Presentazione musicologica di Sandro Cappelletto
Gemma

Georg Friedrich Haendel (1685-1759)

  • Suite in re per tromba, archi e b.c.
  • Ouverture
  • Gigue
  • Aire (Minuet)
  • March
  • Bourrée

Antonio Vivaldi (1678-1741)

  • Laudate Pueri Dominum rv 600 mottetto per soprano, archi e b.c.
  • Laudate Pueri Dominum
  • Sit nomen domini
  • A solis ortu
  • Excelsus super omnes
  • Quis sicut Dominus Deus
  • Suscitans a terra inopem
  • Ut collocet eum
  • Gloria patri et filio
  • Laudate Pueri Dominum
  • Amen

Arcangelo Corelli (1653-1713)

  • Concerto grosso n.8 Op.12 in sol min. "fatto per la notte di Natale"

Johann Sebastian Bach (1685-1750)

  • Cantata Jauchzet Gott in allen Landen Bwv 51
  • Aria: Jauchzet Gott in allen Landen
  • Rec: Wir beten zu dem Tempel an
  • Aria: Höchster mache deine Güte
  • Choral: Sei Lob und Preis mit Ehren – Alleluja

Gemma Bertagnolli

"Gemma Bertagnolli per la carriera professionale ha un ragguardevole curriculum: vincitrice giovanissima nei concorsi di canto italiani (come a Milano l'Aslico) ed internazionali (come il Viñas a Barcellona), canta con successo le parti più famose (da Susanna a Nannetta fino a Pamina e all'ultima Sophie del Rosenkavalier, direttorei Metha, Gatti, Gelmetti, registi Ronconi, Miller, Joel) nei più grandi teatri (La Scala, il Maggio Musicale Fiorentino, i Festival di Pesaro e Salisburgo, Parigi, Tokio, Monaco, Berlino, Amsterdam......), con grandi direttori. É stata fra i protagonisti di cose diversissime, come l'edizione integrale di Vivaldi incisa da Naïve, gratificata da riconoscimenti ufficiali straordinari, e le esecuzioni di Mozart sacro dirette da Umberto Benedetti Michelangeli, gratificata dalla gente che si azzuffava fuori delle chiese milanesi troppo piene. Per la passione barocca, condivisa clamorosamente dal suo pubblico, ha inanellato personaggi teatrali e d'oratori da Leo a Haendel, da Vivaldi a Bach con Antonini, Biondi, Astronio, Alessandrini, Jacobs, Dantone, Koopman: la voglia di ricerca filologica e teatrale l'ha portata negli ultimi mesi a fianco di Cecilia Bartoli nell'edizione discografica Decca della Sonnambula di Bellini e a registrare con i più squisiti strumentisti barocchi un Cd, Furor sacro, di virtuosismo spregiudicato. Per la curiosità affettuosa verso la cultura e la vita, gira per l'Europa offrendo rarità classiche e intanto incide squisitezze alternative, affrontando stili e gusti diversissimi con grazia riconoscibile: da Ninnenanne e Serenate, addirittura a canzoni da Walt Disney con Antonio Ballista al pianoforte o direttore, e altre canzoni da film con Morricone; arduo prevedere attraverso quali fantasie ci intratterrà in futuro"

(Lorenzo Arruga, 2009).

Gabriele Cassone
Si è diplomato in tromba con il Maestro Mario Catena e in composizione con il Maestro Luciano Chailly. Concertista riconosciuto in tutto il mondo, è apprezzato sia nell'interpretazione della musica su strumenti d'epoca (tromba naturale barocca, tromba classica a chiavi, tromba romantica a cilindri e cornet à pistons) sia nell'esecuzione del repertorio contemporaneo. Luciano Berio lo ha scelto per eseguire suoi brani con tromba solista: Sequenza X per tromba sola e, in prima assoluta, Kol-Od, sotto la direzione di Pierre Boulez con l'Ensemble Intercontemporain. Successivamente ha suonato in scena con il trombonista C. Lindberg, nell'opera di Berio Cronaca del Luogo, commisionata dal Festival di Salisburgo. Famosi direttori lo hanno chiamato per eseguire i brani più virtuosistici del repertorio solistico: Sir John Eliot Gardiner lo ha nominato tromba principale degli English Baroque Soloists per l'esecuzione dell'integrale delle Cantate di J.S.Bach e per il Secondo Concerto Brandeburghese. Ton Koopman, direttore dell'Amsterdam Baroque Orchestra, lo ha voluto per registrare la Cantata Bwv 51 di J.S.Bach. Sempre nell'ambito della musica barocca, ha fondato insieme ad Antonio Frigé (con il quale suona anche in duo) l'Ensemble Pian & Forte. Si è esibito come solista nei maggiori teatri del mondo: Concertgebouw di Amsterdam, Cité de la Musique di Parigi, Scala di Milano, Mozarteum di Salisburgo, Carnegie Hall di New York, Queen Elizabeth Hall a Londra e Wiener Konzerthaus. Ha pubblicato più di 20 Cd con brani dal repertorio barocco fino al contemporaneo. Gabriele Cassone è docente presso il Conservatorio di Novara e tiene corsi annuali di alta specializzazione presso l'Accademia di Santa Cecilia a Roma nonchè seminari negli Stati Uniti d'America e in tutta Europa. È sovente nominato membro di giurie nei più prestigiosi concorsi internazionali. È autore del libro "La tromba" edito da Zecchini. Gabriele Cassone suona trombe Courtois.

Claudio Astronio
Musicista poliedrico, affianca l'attività di organista e clavicembalista a quella di direttore d'orchestra. Dirige il gruppo "Harmonices Mundi" e la "Bozen Baroque Orchestra" con strumenti originali che ha ospitato i più importanti solisti internazionali di musica barocca , e suona regolarmente presso i più importanti Festivals in tutto il mondo. É stato solista invitato dalla Mahler Chamber Orchestra, Moskow Symphonic con Yuri Bashmet, ed ha tenuto recitals in prestigiose sale come Carnegie Hall di New York, Opera City House e Musashino Hall di Tokyo, Palau de la musica di Valencia, Auditorio "A.Kraus" di Las Palmas, Boston Theatre, Kyoto Concert Hall, Ottawa Parlament, Montreal Concert Hall , Oberlin University Hall. Ha collaborato e collabora stabilmente in duo con musicisti come Emma Kirkby, Gustav Leonhardt, Gemma Bertagnolli, Christian Hilz, Susanne Rydèn, Yuri Bashmet. Molto attivo come direttore, ha recentemente prodotto con il Teatro di Rovigo una Passione secondo Matteo di Johann Sebastian Bach in una versione teatrale con coreografie e scena, e nel campo operistico ha da poco diretto Don Giovanni di Mozart al Teatro di Las Palmas ed Orfeo e Euridice di Christoph Willibald Gluck con la regia di Graham Vick al Teatro " D. Alighieri" di Ravenna replicando con grande successo nei principali teatri italiani quali Ferrara, Treviso, Rovigo, Lucca, Pisa, Modena e Reggio Emilia. Ha inciso per l'etichetta "Stradivarius" ed incide per "Brilliant Classics": i suoi Cds sono stati insigniti da numerosi premi presso le più importanti riviste specializzate italiane ed estere come Grammophone, Musica, CD Classica, Amadeus, Classic Voice, Alte Musik Aktuell, Diapason, Repertoire, El Paìs, Ritmo, Diverdi, Goldberg, Le Monde de la musique, Continuo e Fanfare (usa); La rivista Amadeus gli ha dedicato copertina e CD con i concerti Op. X di Tommaso Albinoni nel gennaio 2005 con l'Oratorio "Der Mensch ein Gottesmoerder" di Leopold Mozart con il numero di ottobre 2007.

Sandro Cappelletto
Giornalista, critico musicale e drammaturgo. Collaboratore stabile come critico musicale con i quotidiani La Stampa e Le Monde, Sandro Cappelletto laureato in filosofia e ha studiato armonia e composizione con Robert W. Mann. Come autore ha pubblicato: Farinelli - La voce perduta (edt, 1996); Fargrande questo teatro! (edt, 1997), inchiesta sui teatri d'opera; una monografia su Beethoven (Newton Compton, 1980); un'analisi di Turandot (1989). Vicedirettore della Scuola di Musica di Fiesole, fa parte del comitato artistico dell'Accademia Filarmonica Romana. Autore per Radio Tre Rai, attivo come scrittore per il teatro e per il teatro musicale, collaborando con numerosi compositori contemporanei, tra i quali Azio Corghi, Michelangelo Lupone, Ennio Morricone, Francesco Pennisi e Riccardo Piacentini. Ha insegnato Ricezione, Produzione e Consumo della Musica all'UniversitCà Foscari di Venezia. Nel 2009 ha pubblicato il suo ultimo libro, Altravelocit Avventure di un viaggiatore in treno, Giunti Editore.

0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Narni e l'Umbria

Trova per argomento

Trova per mese di pubblicazione

Provincia di Terni News

Narni: Ultimi commenti