Erano anni che l'idea aleggiava nelle vie cittadine ma alla fine i veti del Comune e lo scarso spirito organizzativo avevano sempre fatto svanire l'evento in una bolla di sapone. Quest'anno, invece, il progetto è diventato realtà: dopo quaranta anni tornerà il Capodanno al teatro comunale, con un grande veglione che ricorderà i fasti delle feste degli anni Settanta e riporterà la mente a un periodo in cui la città viveva un momento di splendore, carico di gioventù ed entusiasmo. La festa rappresenta un po' un gesto di speranza nei confronti del centro storico, spesso poco animato, verso un 2011 che possa essere al centro di un grande rilancio.
Il veglione è stato organizzato da Umberto Di Loreto, "patron" del Caffè Gnocchetto, che da anni aveva in mente di riportare il Capodanno in teatro e che quest'anno è riuscito a strappare un "si" dal Comune presentando un progetto davvero ambizioso sulla scia dello slogan "a volte ritornano…Si può fare!". Il Capodanno inizierà alle 23 e conterà musica anni Settanta, Ottanta e Novanta con il live del gruppo "Avviso di Sfratto" e con il dj Caliaro. A distanza di quaranta anni dall'ultimo veglione organizzato al teatro si potrà ballare nella platea liberata dalle poltroncine e sul palcoscenico.
Chi vorrà avrà la possibilità di prenotare un palchetto del primo ordine con quattro sedute. Ovviamente all'interno del teatro (platea, palcoscenico e palchi) sarà assolutamente vietato bere e fumare, al fine di salvaguardare il prezioso gioiello narnese. Il bar sarà sistemato nel foyer del teatro e nella zona attigua si potranno gustare le consumazioni. La mezzanotte e il tradizionale brindisi avranno luogo in piazza Marconi e in via Garibaldi (di fronte al teatro) con spumante e lenticchie, mentre all'interno si potrà usufruire del servizio bar, del guardaroba e di una colazione a fine festa. Le famiglie con i bambini saranno agevolate da una festa organizzata per i più piccoli. Nella sala bar del teatro, infatti, avrà luogo il "Capodanno dei Bambini" in un'area riservata con animazione, giochi e trucco e un servizio di baby sitting che andrà avanti per tutta la durata della festa dedicata agli adulti.
Si ricorda infine, che alla fine della festa verrà premiato il miglior look anni Settanta. I biglietti per la serata costeranno 40 euro (biglietto intero con due consumazioni) e 10 euro (biglietto ridotto fino a 15 anni). Chi volesse prenotare un palchetto (4 posti a sedere) dovrà aggiungere un supplemento di 40 euro al prezzo del biglietto. Dal momento che la festa inizierà alle 23, i ristoranti della città hanno deciso di mettere in campo delle convenzioni con il biglietto del Capodanno al teatro, creando una grande sinergia tra di loro e facendo in modo di creare una rete che trasformi la città in una magica festa. I ristoranti convenzionati sono "La Loggia", "Il Gattamelata", "La gallina liberata", "Fondaco", "Il Pincio", "Il Portanaro" e "La Valletta". La prevendita dei biglietti, iniziata da qualche giorno, è disponibile presso il Caffè Gnocchetto in via Garibaldi (tel. 0744/715041 o 348/6495591)
Chiara Rossi
Corriere dell'Umbria Mercoledì 29 Dicembre 2010

0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Narni e l'Umbria

Trova per argomento

Trova per mese di pubblicazione

Provincia di Terni News

Narni: Ultimi commenti