Narni: Turismo, una piacevole sorpresa

Il bilancio può considerarsi più che soddisfacente: nella settimana di Ferragosto il turismo ha toccato picchi piuttosto alti ed ancora gli alberghi presentano cospicue prenotazioni per i prossimi giorni. La città è stata presa d'assalto da visitatori italiani e stranieri, soprattutto francesi, inglesi e tedeschi, incantati dalle numerose bellezze cittadine che hanno contribuito ad animare le vie, spesso purtroppo spoglie, del centro storico. Nei giorni passati è stata una sorprendente consuetudine incontrare gite di turisti armati di macchine fotografiche che o per visite giornaliere mordi e fuggi o per permanenze un po' più lunghe hanno scelto la città come meta delle loro vacanze. I ristoranti ed i bar hanno ammesso di aver lavorato in maniera copiosa e, come si diceva, anche gli albergatori hanno riferito che hanno registrato un buon numero di prenotazioni.

Se ci si reca nelle zone adibite alla sosta di camper ci si rende conto che sono stracolme già dalla settimana passata ed anche i monumenti, a partire dalla Rocca, passando per il museo cittadino di Palazzo Eroli fino ad arrivare alla celebre e misteriosa Narni Sotterranea, hanno registrato un cospicuo numero di visite. Tutto ciò dovrebbe indurre chi di dovere a riflettere e a migliorare per fare in modo che il turismo possa realmente costituire l’occasione di rilancio per il centro storico. Nonostante l'incalzante crisi, Narni, a partire dai giorni della Corsa all'Anello ha potuto contare su una buona presenza di visitatori che hanno animato le vie nei venti giorni della festa di San Giovenale, nei fine settimana di maggio, giugno e luglio, per la manifestazione “Le vie del cinema”, fino ad arrivare al fine settimana di Ferragosto dove i turisti sono visibilmente aumentati.

Anche nei prossimi giorni gli alberghi risultano pieni grazie al Narni Black Festival che dal 31 agosto al 3 settembre riempirà il centro storico di note e colori, calamitando l'attenzione di appassionati di musica black e di turisti che potranno assistere ad attese performance come quella delle punte di diamante Mario Biondi, Dee Dee Bridgewater e Skin. Insomma, il turismo a Narni comincia a funzionare davvero, se poi ci si aggiungono eventi che possono arricchire notevolmente l'offerta, il successo è davvero assicurato. E per raggiungere risultati basta davvero un po’ di inventiva, un po' di buona volontà e magari, qualche indicazione in più, dal momento che le informazioni e la segnaletica dedicate ai turisti appaiono alquanto carenti

Chiara Rossi

0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Narni e l'Umbria

Trova per argomento

Trova per mese di pubblicazione

Provincia di Terni News

Narni: Ultimi commenti